Condividi

Se l’Etomilu Giulianova a Matera non è riuscita a vincere la prima partita in trasferta del girone di ritorno, anche i farnesi attraversano infatti il momento più buio di questo campionato: due soli successi nelle ultime otto uscite, che hanno fatto precipitare Federico Burini e compagni a metà del guado dopo aver costantemente navigato per tre quarti buoni di campionato tra i primi cinque posti in classifica.
Gli ultimi risultati non devono però trarre in inganno sulla qualità del roster biancorosso. Al quarto anno di fila sulla panchina farnese, coach Piero Millina guida un gruppo piuttosto giovane eccezion fatta per Gianluca Di Carmine e Gianni Cantagalli, migliori realizzatori della Globo gravitando attorno ai 13 punti di media. Numeri simili li mette insieme il pivot Riziero Ponziani, che al secondo anno di militanza nel club intitolato a Nino D’Annunzio ha raddoppiato le proprie cifre, ed oltre al già citato playmaker ex Valdiceppo altre opzioni importanti sono i vari Luca Bolletta, Alberto Serafini e Simone Angelucci (tutti intorno ai 20’ di impiego medio).
Il giovane Miglio completa le rotazioni di un organico accorciato dalle partenze di Riccaro Ballabio e Converso, e soprattutto dal recente allontanamento di David Petrucci, ma ugualmente profondo e capace di giocarsela su ogni parquet come dimostrato ampiamente per tutto il corso della stagione.
I farnesi sono ancora ampiante in corsa per l’obiettivo playoff ma devono guardarsi alle spalle dal terzetto composto da Teramo, Civitanova a quota 26 punti e Nardo appena sotto a quota 24 punti, lì pronte all’aggancio in classifica.