Condividi

Tornata a sorridere con l’esaltante vittoria di Porto S.Elpidio, per l’Etomilu Giulianova ora è tempo di sfatare il tabù PalaCastrum: ai giallorossi di coach Tisato un successo tra le mura amiche manca da oltre due mesi (15 ottobre contro Bisceglie), striscia negativa che Sacripante e compagni cercheranno di interrompere ricevendo la visita di Nardò. Ai problemi casalinghi della formazione giuliese fanno il paio quelli in trasferta dei salentini, che hanno conquistato un solo successo lontano da casa giocandosi comunque a viso aperto le proprie carte anche nelle altre occasioni (appena 6 punti di scarto complessivo negli ultimi tre KO esterni). La squadra di coach Olive arriverà in terra abruzzese con il dente ulteriormente avvelenato dalla sconfitta interna contro Teramo, anch’essa maturata al fotofinish, che l’ha lasciata a quota 10 punti in classifica. Al di là di qualche passo falso di troppo, l’organico della neopromossa Pallacanestro Frata vanta comunque individualità di spessore e talento per la categoria: i vari Bjelic, Provenzano, Potì (fuori squadra nell’ultima settimana), Rodriguez ed Ingrosso superano tutti la doppia cifra di media all’interno di un organico dalle rotazioni piuttosto limitate in cui ricopre un ruolo cruciale anche il pivot Polonara. Decisamente più scarno finora l’apporto della panchina, che ha visto il solo Marengo impiegato con continuità e qualche scampolo di partita per i giovani De Martino, Dell’Anna e Scattolin. Ma la grande qualità dello starting five rende obbligatorio affrontare con la giusta concentrazione questo incontro, per salutare con un’importante vittoria l’ultimo impegno casalingo di questo 2017.