Condividi

Comincerà domenica al PalaBorgognoni il ciclo di tre partite in una settimana con cui l’Etomilu Giulianova punta a rimettersi in carreggiata dopo un periodo di flessione. Avversaria dei giallorossi di coach Tisato sarà la Globo Campli, protagonista di un ottimo avvio che la vede inserita nel gruppo delle seconde con 12 punti. Bottino ispirato soprattutto dal rendimento casalingo: tra le mura amiche i farnesi di Piero Millina (ormai un’istituzione per il club intitolato a Nino D’Annunzio) hanno ceduto solo alla capolista San Severo, collezionando quattro vittorie ad oltre 82 punti segnati di media. Quasi totalmente rivoluzionato rispetto a quello che arrivò in Finale lo scorso anno, l’organico dei biancorossi si distingue per la notevole profondità: in otto portano alla causa almeno 5 punti di media, con Di Carmine e Cantagalli maggiori protagonisti a livello realizzativo ed un Ponziani in netta crescita rispetto allo scorso anno. Il club di elementi in doppia cifra è completato dall’esterno Burini, ma importante è anche l’apporto dei vari Bolletta, Serafini, Angelucci e capitan David Petrucci, uomo-simbolo del club assieme a cui è stato protagonista della risalita dalla C Regionale. E la spinta del PalaBorgognoni, uno dei campi più caldi del girone, regala storicamente qualcosa in più ai giocatori farnesi: altro motivo per affrontare con la massima concentrazione il derby di domenica.