Condividi

Decima in classifica con 14 punti, stessa posizione della Globo, la Banca Etruria Venafro scenderà al PalaCastrum per confermare di essere uscita dalla crisi di risultati battendo domenica scorsa sul parquet di casa il Torre del Greco per 76 – 66. Dopo una buona prima parte di stagione la squadra molisana era dall’11 dicembre che non incamerava i due punti, dopo aver battuto nel palasport di Venafro il Caffè Quarta Monteroni. All’andata dello scorso 31 ottobre la Banca Etruria travolgeva nettamente la Globo, 76 – 57, archiviando la partita già nel I quarto di gioco. Il team molisano fa dell’attacco la sua arma migliore, è il terzo del girone con 75,58 punti di media a partita. Le cose si fanno più difficili in difesa, visto che è l’ultima del girone G con 77, 94 punti subiti. Coach Arturo Mascio si affida soprattutto ad un trio speciale per questa categoria. Il playmaker è l’argentino di Mar del Plata Augustin Mengoni, miglior realizzatore del girone con 19,53 punti a partita e terzo assist man con 4,12. Esterno dalla mano bollente è il tripolino Mohamed Loughlimi, 16,9 punti, 5,6 rimbalzi e 4,9 palle recuperate a partita. Sotto canestro c’è il gaucho Maurico Luciano Trentini 12,6 punti e 8,8 rimbalzi a partita, 5° nella speciale statistica del girone. Ma sotto le plance non bisogna dimenticare Furio De Monaco, buon realizzatore, 12,5 punti a partita e soprattutto grande fisicità e presenza a rimbalzo che lo collocano al quarto posto nella classifica con 9 a gara. Completano l’organico gli esterni Cardinale, Minchella, Berardi, Lepore ed il lungo Trimarchi, con gli under Brusello e Caldarelli.