Conosciamo il prossimo avversario: Teramo Basket 1960

618
0
Condividi

Comincerà con un affascinante derby il girone di ritorno dell’Etomilu Giulianova, impegnata sul parquet del PalaScapriano contro Teramo. Oltre all’aspetto campanilistico, la prima gara di questo 2018 avrà implicazioni importanti anche a livello di classifica: si può infatti apertamente parlare di scontro diretto, visto che i biancorossi di coach Piero Bianchi sono inseriti nel gruppone delle quinte con 16 punti, due in più rispetto a Ricci e compagni che sul parquet teramano puntano a rinverdire il proprio ottimo score (5-3) nelle gare esterne. Anche Teramo però vanta un ruolino di marcia importante tra le mura amiche, avendo ceduto solo alle prime due della classe (San Severo e Pescara) ed imponendosi per quattro volte con scarti in doppia cifra. Motore dell’attacco biancorosso è il playmaker Salamina (4.5 assist a partita oltre ai 12 punti), che ben sa innescare le numerose bocche da fuoco perimetrali a disposizione del tecnico giuliese: Lagioia, Musso e Staffieri superano tutti il 35% dall’arco, in un quintetto base completato da un signor lungo come Cicognani (top-scorer dei suoi con 13.5 a partita). Dalla panchina, in attesa del pieno reintegro di Milojevic, l’opzione più pericolosa resta l’enfant du pays Nolli: già cinque volte in doppia cifra, una delle quali nel match di andata vinto da Giulianova con un incredibile rimonta da -17 negli ultimi quattro minuti. Ed ai ragazzi di coach Tisato servirà rimettere quella stessa intensità anche sul parquet del PalaScapriano, per iniziare con il piede giusto questa seconda parte di stagione.