Condividi
Classico testa coda al Palacastrum con la “Cenerentola” del “Girone F”: la Watt Studio Passignano, che a fronte dei suoi 0 punti in classifica è una squadra esperta e solida da affrontare con il giusto atteggiamento.
La squadra umbra è guidata in panchina quest’anno da coach Andrea Masini, ex allenatore delle formazioni di Todi ed Assisi. I numeri di queste prime 7 giornate non sono dei migliori per la formazione umbra: 63,28 punti realizzati a partita che scendono a quota 55,33 fuori casa, mentre in fase difensiva subiscono una media di 83,88 punti ad uscita. Segnali di riscossa ci sono stati nella partita di sabato scorso con Passignano che, soltanto nelle ultime battute, ha ceduto per 74-84 al Basket San Vito.
Il quintetto di partenza nell’ultima gara è stato quello formato da Imbrò, Giottoli, Baruffi, Fumanti e D’Avanzo. Il regista della squadra è Luca Capponi che si alterna in posizione di playmaker con Luca Giottoli. Guardia tiratrice dalla mano calda è Geraldo Imbrò. Il ventenne di Agrigento è il miglior marcatore della squadra con quasi 12 punti di media a partita. La squadra di Passignano di solito gioca con un quintetto agile e nel ruolo di ala piccola si alternano Lisi, Varriale o una guardia come D’Avanzo.
Sotto canestro da tenere d’occhio c’è sicuramente Matteo Fumanti che raccimola numeri assolutamente ragguardevoli: 8 rimbalzi a partita, 12 punti realizzati e 2 stoppate di media che lo rendono il terzo nel girone lla speciale classifica. In panchina pronti ad uscire per cercare di tenere sempre alto il ritmo dell’incontro ci sono i fratelli Sabini: Gimmi e Giordan.

Classico testa coda al Palacastrum con la “Cenerentola” del “Girone F”: la Watt Studio Passignano, che a fronte dei suoi 0 punti in classifica è una squadra esperta e solida da affrontare con il giusto atteggiamento. La squadra umbra è guidata in panchina quest’anno da coach Andrea Masini, ex allenatore delle formazioni di Todi ed Assisi. I numeri di queste prime 7 giornate non sono dei migliori per la formazione umbra: 63,28 punti realizzati a partita che scendono a quota 55,33 fuori casa, mentre in fase difensiva subiscono una media di 83,88 punti ad uscita. Segnali di riscossa ci sono stati nella partita di sabato scorso con Passignano che, soltanto nelle ultime battute, ha ceduto per 74-84 al Basket San Vito. Il quintetto di partenza nell’ultima gara è stato quello formato da Imbrò, Giottoli, Baruffi, Fumanti e D’Avanzo. Il regista della squadra è Luca Capponi che si alterna in posizione di playmaker con Luca Giottoli. Guardia tiratrice dalla mano calda è Geraldo Imbrò. Il ventenne di Agrigento è il miglior marcatore della squadra con quasi 12 punti di media a partita. La squadra di Passignano di solito gioca con un quintetto agile e nel ruolo di ala piccola si alternano Lisi, Varriale o una guardia come D’Avanzo. Sotto canestro da tenere d’occhio c’è sicuramente Matteo Fumanti che raccimola numeri assolutamente ragguardevoli: 8 rimbalzi a partita, 12 punti realizzati e 2 stoppate di media che lo rendono il terzo nel girone lla speciale classifica. In panchina pronti ad uscire per cercare di tenere sempre alto il ritmo dell’incontro ci sono i fratelli Sabini: Gimmi e Giordan.